Comune di San Marco la Catola (Fg) - Sito Istituzionale

  • Mercoledi, 22 novembre 2017

Sei in: Homepage / Notizie / Terremoto 2002: presto una legge regionale.

Notizie

Dettaglio notizia

 

Terremoto 2002: presto una legge regionale.

Terremoto 2002: presto una legge regionale. Categoria: Altro
Data: 29/05/2012 ore 18:18:33

CASALNUOVO MONTEROTARO, martedì 29 maggio 2012 - ORE 17.39

Una legge regionale per ricostruzione post-terremoto: pressing sindaci cratere su Vendola
FOTO
Anche la Puglia, come ha già fatto la Regione Molise, si doterà di una legge regionale per la ricostruzione post-terremoto. Questo il soddisfacente esito del preannunciato "vertice" tra il presidente Nichi Vendola e i sindaci del cratere sismico pugliese, tutti appartenenti all'area dei Monti Dauni settentrionali, svoltosi nel pomeriggio di lunedì 28 a Bari nella sede della Giunta regionale. All'incontro con il Governatore della Regione Puglia hanno preso parte i sindaci di Carlantino, Dino D'Amelio; di San Marco La Catola, Michele Fascia; di Celenza Valfortore, Massimo Venditti; di Casalnuovo Monterotaro, Pasquale De Vita; di Casalvecchio di Puglia, Mauro Piccirilli; di Castelnuovo della Daunia, Ernesto Cicchetti e di Pietramontecorvino, Rino Lamarucciola, e il vice sindaco di Motta Montecorvino Michele Renzone, presenti anche gli assessori regionali Elena Gentile e Fabiano Amati e i consiglieri regionali Leo Di Gioia, Giannicola De Leonardis e Cecchino Damone. «Il presidente Vendola - ha dichiarato subito dopo l'incontro il sindaco di Casalnuovo De Vita, portavoce degli altri primi cittadini del cratere - si è impegnato a convocare in tempi brevissimi un tavolo tecnico con tutti gli organismi istituzionali interessati, per procedere alla stesura di una legge regionale ad hoc per regolamentare in maniera organica e consolidata la prosecuzione della ricostruzione post-terremoto, in modo da poterla presentare all'approvazione del Consiglio regionale entro il mese di giugno«. Un provvedimento che i sindaci stanno "invocando" sin dal 31 ottobre 2011 con una forte mobilitazione pubblica con assemblee, atti e documenti istituzionali di protesta diretti a Regione, Governo e Dipartimento di Protezione Civile, supportati anche con una serie di interrogazioni e interventi in aula del consigliere regionale Giandiego Gatta, e culminati con la consegna delle fasce tricolori nelle mani del Prefetto di Foggia il 19 marzo scorso. Per il momento, dunque, i sindaci si ritengono abbastanza soddisfatti e rassicurati dall'esito dell'incontro di Bari: «L'impegno del presidente Vendola è stato confortante - ha aggiunto De Vita - anche perchè ci troviamo di fronte ad una situazione del tutto paradossale, in quanto abbiamo gli stanziamenti pronti per essere utilizzati, abbiamo una ricostruzione in corso, ma non abbiamo la possibilità normativa e legislativa di poter continuare i lavori«. Il decreto con la disposizione dello stato di criticità è infatti scaduto il 30 aprile scorso determinando il conseguente blocco delle attività di ricostruzione, per cui i sindaci chiedono, nelle more dell'approvazione definitiva della legge regionale, la proroga dello stato di criticità fino al 31 dicembre 2012. «Ora, dopo l'incontro di Bari, l'auspicio e anche la speranza di tutti - ha concluso il sindaco De Vita - è che la Regione Puglia dia in tempi brevissimi le risposte alle richieste avanzate, dando uno sbocco positivo alla delicata situazione«.

comunicato stampa