Comune di San Marco la Catola (Fg) - Sito Istituzionale

  • Venerdi, 24 novembre 2017

Sei in: Homepage / Notizie / Al fine di dare una CORRETTA INFORMAZIONE alla cittadinanza ecco, all'interno della notizia, gli indirizzi che regolano l'installazione di antenne di telefonia cellulare.

Notizie

Dettaglio notizia

 

Al fine di dare una CORRETTA INFORMAZIONE alla cittadinanza ecco, all'interno della notizia, gli indirizzi che regolano l'installazione di antenne di telefonia cellulare.

Al fine di dare una CORRETTA INFORMAZIONE alla cittadinanza ecco, all'interno della notizia, gli indirizzi che regolano l'installazione di antenne di telefonia cellulare. Categoria: Altro
Data: 29/04/2012 ore 13:33:33

Nel precisare che i danni alla salute (orecchio e zone circostanti) sono arrecati dall'uso scorretto del telefono cellulare e del telefono cordless e non dalle emissioni delle antenne di telefonia (Prof. Levis, massima autorità in materia e nemico numero uno in Italia delle antenne e dei telefoni senza fili), si rammenta che nessun consigliere comunale, compreso il sindaco, si è mostrato favorevole all'installazione di antenne telefoniche, ma contro la legge nulla si può.
Si riportano qui di seguito i capisaldi della materia.
Il legislatore nazionale ha qualificato gli impianti di telefonia mobile come opere aventi carattere di pubblica utilità. E qualificandoli come tali ha inteso svincolare l'installazione di tali impianti sul territorio comunale dalla destinazione urbanistica di zona. Però, ciò non significa che il Comune non possa prevedere dei divieti di collocazione degli impianti di telecomunicazione, ma significa che non può impedire l'installazione dell'impianto in ampie zone del territorio. E questo per evitare di mettere a rischio l'efficacia del sistema di comunicazione.
Sembra quindi che il legislatore nazionale consideri gli impianti di trasmissione come fattori indispensabili della vita moderna, la quale, tanto nei contesti lavorativi quanto in quelli personali-familiari, si fonda ormai sul continuo scambio di informazioni
. (CHI UTILIZZA IL CELLULARE COSA PENSA A TAL PROPOSITO?).
La giurisprudenza è ormai da tempo costante nell’affermare l’inammissibilità della possibilità di introdurre divieti generalizzati di collocazioni delle Stazioni di Radio Base sul territorio comunale: Deve ritenersi, infatti, “illegittimo un regolamento comunale che stabilisce in quali zone del territorio possono essere installati gli impianti radio base di telefonia cellulare e quali distanze devono avere dalle abitazioni o dalle aree sensibili. I comuni possono solo regolamentare le installazioni delle stazioni radio base sotto il profilo urbanistico e territoriale, non potendo neppure regolamentare l'individuazione dei siti idonei all'installazione. I comuni possono esercitare in materia una potestà regolamentare del tutto sussidiaria, che concerne esclusivamente i profili urbanistici e territoriali (con esclusione dell'individuazione dei siti) e l'eventuale indicazione di ulteriori, particolari accorgimenti edilizi che possano utilmente concorrere alla minimizzazione dell'esposizione”.
Gli impianti in questione e le opere accessorie occorrenti per la loro funzionalità hanno "carattere di pubblica utilità", con possibilità, quindi, di essere ubicati in qualsiasi parte del territorio comunale, essendo compatibili con tutte le destinazioni urbanistiche (residenziale, verde, agricola, ecc.: cfr. in tal senso, TAR Campania, Napoli, VII, 10.06.2011, n. 3074).
I palazzi delle città non sono forse pieni di antenne aventi tale scopo?
(Il sindaco Michele Fascia).